Imprenditori si ribellano al racket

(ANSA) - CASERTA, 11 GIU - Dodici imprenditori coraggiosi che hanno deciso di ribellarsi alla morsa del racket delle estorsioni hanno dato vita al FAI antiracket Alto Casertano, la cui sede è stata aperta a Vairano Patenora (Caserta). I locali sono stati concessi da un ex imprenditore. L'associazione è nata nell'ambito dell'azioni Pon Sicurezza, promosse dalla Federazione delle Associazioni Antiracket (FAI), ad ottobre dello scorso anno. Tra i progetti dell'associazione una "Marcia della legalità" che muoverà dalla sede dell'associazione, in via Rimembranza, verso la scuola primaria Giuseppe Garibaldi cui parteciperanno gli operatori economici e i presidenti delle associazioni antiracket della Campania, guidate da Rosario D'Angelo (presidente FAI Antiracket Campania). Nella sala convegni dell'istituto sarà presentato il libro 'Mai più soli' che raccoglie gli atti del convegno tenutosi a Napoli il 16 giugno del 2014 sul tema "Le vittime di estorsione e di usura nel procedimento penale"; il volume è curato da Tano Grasso e contiene uno scritto del Presidente del Senato Pietro Grasso. (ANSA).

Per opportuna conoscenza vi invitiamo a consultare l'articolo al seguentelink :
 
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.